Fiat 500 Giardinetta, ritorno al futuro?

 0c0d57b963ea2a94ba27a7b91a26daf7.jpg

Ve la ricordate la bellissima e curiosa Fiat 500 Giardinetta degli anni ’60 e ’70? La prima station wagon della storia contemporanea, vettura indispensabile per elettricisti, idraulici e operai, economicissima e superspaziosa famosa per le tradizionali ruote posteriori inclinate verso l’interno.

Dopo il rientro alla grande della Fiat 500, la casa torinese starebbe meditando di riproporre, non prima dell’estate 2008, una versione station dell’ultima nata del Lingotto, una nuova Giardinetta, vintage nella filosofia ma modernissima nel concept.

La 500 Giardinetta sarebbe caratterizzata da molti spazi visivi e da ampie vetrature laterali e superiori. Vetrature che poi proseguirebbero addirittura per gran parte del portellone posteriore. Un bell’incrocio tra style e praticità. Costo ipotizzato? Attorno ai 16.000 euro per il modello base. Non economicissima.

La 500 Giardinetta debuttò nell’aprile del 1960 e chiuse la sua esistenza con il marchio Autobianchi nel 1977 con un totale di circa 330.000 esemplari prodotti. Nel 1968, la 500 Giardiniera costava 575.000 lire. L’unica altra Fiat un’ utilitaria/familiare fu la Topolino 500 C Belvedere, fuori produzione dal 1955.

Fiat 500 Giardinetta, ritorno al futuro?ultima modifica: 2009-02-11T17:25:07+00:00da edwardfoster
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Fiat 500 Giardinetta, ritorno al futuro?

Lascia un commento