Fiat Topolino, il ritorno della 2CV

topolino_2011.jpg

Ritorna, attesissima, la Fiat Topolino in quest’epoca sarà però una city car carina ma ridotta negli ingombri e nei volumi.

La Fiat, per produrla, ha concluso un accordo ufficiale con la fabbrica Zastava di Kragujevac, Serbia. La Topolino sarà più corta di 3 metri e sarà spinta d a un innovativo due cilindri a benzina e da un  turboaspirato rispettivamente a 65 e 90 cavalli.

Il nuovo motore utilizzerà innovative parti in acciaio anziché d’alluminio e l’innovativo Multiair con emissioni co2 inferiori ai 90g/km. Quando la Topolino sarà sul mercato, sarà la prima due cilindri sul mercato europeo occidentale sin dalla messa fuori produzione della Citroen 2CV. Prezzi a partire da 6500 € e chiavi in mano a partire da inizio 2011.

topolino_2011b.jpg
Fiat Topolino, il ritorno della 2CVultima modifica: 2010-03-30T15:17:15+00:00da edwardfoster
Reposta per primo quest’articolo

42 pensieri su “Fiat Topolino, il ritorno della 2CV

  1. finalmente: spero sia disponibile anche automatica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    una curiosità:
    a genova, stamattina alle ore 10,30 circa, in via paolo reti (genova sampierdarena)ho visto letteralmente sfrecciare (proveniente da genova centro verso genova bolzaneto) una FIAT LINEA: allora, finalmente, si fa anche in italia!?
    … o no?

  2. In questo anno stavo pensando di cambiare l’auto e ho visto che la Bravo da 165 cv non è male, ma se chi dirige la Fiat continua con questa politica, tendo a pensare che il “nostro marchio”, non sia più nostro – italiano, ma straniero. Tanto vale allora (straniero per straniero) di guardare alle tedesche e le giapponesi che offrono più o meno lo stesso oggetto e forse anche di più.

  3. Come giusto visto che non sono prodotte in Italia dovrebbero costare come le Coreane con 5 anni di garanzia e compresi acessori,invece costano di più e se vuoi i medesimi acessori le paghi molto di più senza avere per altro più qualità,quindi…che se le tengano!!

  4. sono anni che non compero fiat. motivo?
    Qualsiasi altra marca estera a minor prezzo ti dà piu opzional mentre fiat ti fa pagare x esteso anche i cerchi ho una semplice radio, piu anni di garanzia, piu tecnologia,una garanzia molto piu estesa.il tutto a parita di cilindrata e grandezza mi sembra una ragione valida x scegliere estero. e nonostante questo la fiat continua chiedere incentivi allo stato usufruendo di cassa integrazione e poi fa le vetture in polonia ho altri paesi del menga.io non ci sto………….

  5. Bravi Bravi Bravi….Noi restiamo a casa a pensare ai nostri problemi e poi mandiamo i nostri soldi all’estero….Bisognerebbe fare una coalizione e decidere di non acquistare più Fiat realizzate all’estero….

    Così poi voglio vedere come si mettono realmente e cose….

  6. Certo anche la topolino all’estero,e cosi’ noi italiani guardiamo a quelli che lavorano.
    E’ vergognoso portare tutta questa produzione all’estero.La topolino se al possono comprare solo i serbi,sperando che gli italiani capiscono.

  7. La soddisfazione di comprare un’auto italiana non riguarda solo il fatto che è stata ideata da validi progettisti italiani, ma anche che è stata costruita da bravi lavoratori italiani. Diversamente la soddisfazione si riuduce moltissimo.

  8. Avete perfettamente ragione,nessuno compri FIAT se non prodotte in Italia.
    Se a Termini Imerese c,è la mafia che ti impedisce di fare indotto,producila a Milano.
    A Termini Imerese manda le armi per la popolazione sana e l’esercito assieme alla Polizia per far fuori i Mafiosi rimasti,visto che oramai ne arrestano 50 al giorno.E anzichè la Fiat a Termini facci campi da golf ed alberghi per i turisti.Vedrai che crei comunque posti di lavoro.Anzi ne crei di più,guarda la costa smeralda cos’è diventata!Col mare che hanno e la storia millenaria,il sole.Dove trovi una terra così ricca,così salubre e così bella.Non esiste ,e fateci impianti fotovoltaici invece di dormire.E’ trent’anni che dormite,pure con quelli create posti di lavoro e non inquinate.Basta prenderla per il @u…lo quella terra!!!!!Ascoltate la Branbilla!

  9. Avete perfettamente ragione,nessuno compri FIAT se non prodotte in Italia.
    Se a Termini Imerese c,è la mafia che ti impedisce di fare indotto,producila a Milano.
    A Termini Imerese manda le armi per la popolazione sana e l’esercito assieme alla Polizia per far fuori i Mafiosi rimasti,visto che oramai ne arrestano 50 al giorno.E anzichè la Fiat a Termini facci campi da golf ed alberghi per i turisti.Vedrai che crei comunque posti di lavoro.Anzi ne crei di più,guarda la costa smeralda cos’è diventata!Col mare che hanno e la storia millenaria,il sole.Dove trovi una terra così ricca,così salubre e così bella.Non esiste ,e fateci impianti fotovoltaici invece di dormire.E’ trent’anni che dormite,pure con quelli create posti di lavoro e non inquinate.Basta prenderla per il @u…lo quella terra!!!!!Ascoltate la Branbilla!

  10. Questi sono messaggi seri sani e responsabili .Questi piacciono agli Italiani seri del Futuro e con cervello.E piacciono molto alla lega ed ai leghisti.Ed i Furbi,quelli che sanno tutto tranne che gli ignoranti sono loro ma vogliono far credere che lo sono gkli altri.Basta finitela di blaterare,di dire castronate,usate la testa o perlomeno imparate ad usarla!

  11. Sono d’accordo anch’io con gli altri commentatori .Le auto Italiane devono essere prodotte in Italia e basta.Dobbiamo aiutare lo sviluppo della nostra nazione e non fare arricchire gi altri.Gia’ siamo attaccati dai prodotti cinesi che hanno distrutto la nostra economia.Per il decollo del lavoro e lo schiacciamento della crisi vogliamo far lavorare gli Italiani.Che Montezemolo e i suoi collaboratori si riducano gli stipendi d’oro come stiam facendo tutti in questa crisi ,voluta dai nostri governi incapaci di trovare misure a contrastarla.sia di destra che di sinistraPer abbattere la crisi si devono ridurre gli stipendi sia i parlamentari che i dipendenti comunali.Deve diminuire il costo della corrente elettrica,si devono riguardare i prezzi enormemente saliti con l’euro.Ridurre la pressione fiscale.Diminuire l’IVA e chiudere definitivamente i mercati sia cinesi e quelli dell’est.

  12. Sono una ex dipendente Fiat che nell’arco della sua vita ha acquistato
    60 vetture. Anche io sono del parere che l’aziende deve produrre in
    Italia e dare lavoro alle nostre maestranze. La 500 che uscirà
    a inizio 2011 è prodotta in Serbia, e quindi invito tutti a non acquistarla.
    Riscontro che la Fiat ha prezzi troppo cari, per questo ci si orienta
    ad acquistare in altre case automobilistiche con costi più bassi.
    Esorto l’azienda a portare lo sconto per i dipendenti e gli ex,
    uniformemente per tutti i modelli al 20%.

  13. ho letto tutti i commenti precedenti è inutilire dire che condivido pienamente, io infatti rispetto ad altri forse sono stato un pò più lungimirante, infatti già 10-12 anni fà avevo previsto certi andazzi, infatti da 12 anni non compro più fiat prodotte all’estero, quindi se debbo comprare estero, compro estero è basta, anche se uso utilitarie, infatti sono felice possessore di una peugeot 206, che è stata preceduta da una renault clio, e da una wolkswagen golf, e per quanto riguarda gli speculatori esteri è il governo che dovrebbe mettere freno a certe speculazioni vedi francia con leggi ad hoc per tutelare il loro patrimonio economico, infatti se vi guardate intorno anche le più grandi catene di centri commerciali sono francesi(vedi auchan e carrefour), concludendo basta menate da parte dei politici destra o sinistra che siano, abbassatevi gli stipendi e ai manager mettete un tetto massimo agli stipendi perchè non è giusto che un operaio lavori dalle 6 alle 10 ore al giorno per 1200euro e un giovane sia sfruttato con contratti a termine e precariariato da parte di aziende, mentre voi prendete stipendi faraonici con i premi di produttività annessi…….io dico ma quand’è che ci svegliamo e li prendiamo a calci?

  14. il mio più grande rammarico è che in italia non ci sono imprenditori seri capaci di essere orgogliosi della loro nazionalità e di far sì che la loro terra produca ricchezza, pensano solo ai loro introiti è basta, la fiat credo nel medio-lungo termine seguirà la stessa sorte di alcune case motociclistiche italiane ad esempio Garelli e Benelli che sono di proprietà cinesi che comunque hanno mantenuto furbamente i nomi perchè ben più noti sul piano mondiale, basti pensare anche alla piaggio che non produce più la Vespa PX, infatti attualmente è prodotta dalla Indiana LML col nome Star che sfrutta stabilimenti e stampi che un tempo erano proprietà Piaggio e che con piccoli accorgimenti hanno reso il motore 2tempi del PX compatibile con la normativa euro3 e che addirittura lo hanno prodotto anche in versione 4tempi, questo secondo voi cosa significa?…………meditate………..e sopratutto a quei pochissimi e coraggiosi imprenditori italiani abbiate il coraggio di mettervi in discussione e di far sì che nel lungo termine l’italia viva di nuovo una sorta di boom economico, ovviamente per arrivare a qei risultati ci vuole anche una classe politica e dirigenziale profondamente diversa da quella che abbiamo adesso e sopratutto una burocrazia più snella.

  15. la dr 3 di massimo di risio e una macchina (c’è poco da dire)di stile e linea sobria come le macchine anglosassoni,per gli inglesi ha la linea su misura,sono italiano,abbiamo ottimi stilisti d’auto,ma ha me la dr 3 piace e elegante non appare troppo e da understatement classico,si vede che mi ha morso un setter!

  16. L’Alfa Romeo(agli americani piace molto l’Alfa,anchre a Henry Ford) è una gloria italiana e Lei che ha dato i natali alla fenomenale Ferrari!! mi piace molto la Mito Alfa,spero che ritorni la 5 porte fortificata,con l’iniezione diretta,120 cv,e un cambio a 6 marcie con innesti secchi e precisi!

  17. Ritornando a bomba,cioè hanno annullato la Topolino per fare l’ElleZero.ormai e inutile c’è la globalizazzione,esce da una parte e rientra dall’altra,così se la topolino e diventata l’Ellezero(guardate la Dacia come è assemblata bene e che bella verniciatura ha) vedrete che non sarà inferiore alla Dacia ,sarà migliore,in fondo è uno stabilimento nuovo!averne di Marchionne tanti in italia non saremmo ridotti come siamo.ma stiano attenti i francesi e i tedeschi(comunque sono entrambi in gamba! ) che ride bene chi ride ultimo!

Lascia un commento